DIO ACCETTA LA CREMAZIONE DEI CORPI?

Capita spesso sentire da persone – soprattutto non musulmane- esprimere il desiderio di essere cremate dopo aver lasciato questa vita. Ragionamenti fatti da persone di diverse fedi e da atei, ma è giusto?

Nel cristianesimo la cremazione è vietata, per un cristiano praticante e convinto la cremazione è un’offesa a Dio, un’interferenza nei diritti di Dio. Nella Bibbia la cremazione viene menzionata ma solo come punizione per l’uomo che trasgredisce, come nei casi di coloro che si erano macchiati di incesto:

“Se uno prende in moglie la figlia e la madre, è un delitto; si bruceranno con il fuoco lui ed esse, perché non ci sia fra di voi tale delitto”. (Bibbia, Lievitico: cap. 20, v. 14)

Tuttavia per il cristiano è un grave peccato da evitare, poiché la cremazione è un modo per distruggere il corpo con la forza, Dio ha creato Adamo dalla terra ed è lì che dovremmo tornare dopo la morte. Anche nell’Islam la cremazione non è consentita. Il defunto deve essere trattato con rispetto, la cremazione è una mancanza di rispetto verso l’uomo onorato da Iddio L’Altissimo:

“In verità abbiamo onorato i figli di Adamo”. (Corano, Sura Al Isrà/ Il Viaggio notturno, v. 70)

Da Aisha, disse il Profeta Muhammad (pace e benedizione su di lui): “Rompere le ossa del morto è come rompergliele da vivo”. (ibn Majah, Abu Dawud , ibn Hibban)

E’ vietato punire o bruciare i corpi da vivi e nemmeno da morti.. Dopo la morte, l’uomo viene lavato e pulito, avvolto in un panno bianco, dopodiché i musulmani fanno per lui la preghiera funebre, chiedendo ad Allah misericordia e perdono per lui. Dopo la preghiera il defunto viene seppellito e ricoperto di terra. Le persone a lui care visiteranno la sua tomba. La cremazione è una mancanza di rispetto verso la persona e grande disonore.

Nella tomba il morto subirà il peggior tormento o una grandissima benedizione, a secondo del comportamento del defunto e del suo credo durante la vita terrena. La cremazione è bruciare la sua anima che è ormai dannata –diversamente se il defunto viene cremato senza il suo consenso-.

Vi consigliamo di leggere anche l’articolo successivo “La benedizione o il peggior tormento nella tomba”.

http://mondoislam.altervista.org/la-benedizione-o-il-peggior-tormento-nella-tomba/

Il defunto nella tomba vedrà con i suoi occhi l’Inferno e il Paradiso. Tornando alla cremazione, sono sempre di più le persone che esprimono il desiderio di essere cremati, purtroppo. Una moda? Una pratica che ha visto negli anni aumentare sempre più i suoi sostenitori, a partire dagli anni 70. Lo scopo è quello di ridurre il numero dei corpi dei cadaveri. Viene considerata una pratica igienica, economica ed anche ecologica. Queste sono le loro motivazioni. Così i defunti vengono messi nei forni crematori a contatto direttamente con le fiamme, con la temperatura di 900°/ 1.000° circa, una pratica orrenda! Il corpo muore ma l’anima è … viva!

Da dove proviene la cremazione? Gli occidentali – la maggior parte ignari- copiano le usanze pagane antiche – la più antica risale a 20 mila anni fa- e le usanze degli shintoisti in Giappone e degli Indù in India, i quali seguono tale pratica per scopi legati alla loro religione.

Mamdouh AbdEl Kawi Dello Russo

Tratto da “Mondo Islam Magazine” n. 23