I TESSUTI INDIANI

Quante volte vi è capitato nella vita di rimanere a bocca aperta di fronte a tanta bellezza alla vista dei tessuti indiani, per via dei tipi di stoffa, per la varietà, la qualità e soprattutto per i colori? Ci siamo chiesti quanti tipi di tessuti esistono? la loro storia, la lavorazione ecc.

Guardando i tessuti colorati vengono in mente le donne ma anche gli uomini indiani che li indossano, regalando ad ognuno di loro un aspetto quasi principesco. Vengono in mente i profumi degli incensi, gli odori delle spezie, le polverine colorate, i panorami e l’intero paese indiano con le mille sfaccettature.

I tessuti hanno una lunghissima storia, secondo alcune fonti addirittura di 4 mila anni. Nel Rajastan si producono tantissimi tessuti, forse è lo Stato più attivo in questo settore, la lavorazione è molto più complicata e lunga di quanto ci si possa immaginare. Per non parlare poi dei tipi di tessuti. Non ci soffermeremo nei dettagli, ci vorrebbe più di un articolo ma per rendere l’idea possiamo affermare che esistono: il Khadi, il Mal, il Mangaldirj – i sari (saree) delle donne vengono spesso realizzati con questo tipo di tessuto- , il Calicot e il Gudri.

Tutti realizzati in seta – per l’uomo musulmano la seta è vietata, alla donna musulmana invece è concesso indossarla– , cotone e lana, naturali al 100%. Il processo di lavorazione ha diverse fasi: la raccolta, la filatura, la tessitura e la tintura. Viene usato il telaio Charkha – che appare sulla bandiera dell’India- . Le tecniche sono tante: il Mirror Work –noto anche come Sheeshedar- con ricamati diversi motivi che riportano frammenti di specchi, ci sono i Block Print floreali, l’Ikat, i Zari, ecc.

I tessuti indiani hanno fatto nella storia il giro del mondo: Siria, Pakistan, Turchia, Europa –con la colonizzazione degli inglesi- . Negli anni 60 grazie alla moda degli hippies i tessuti ebbero il loro momento di notorietà, o di ritorno ai vecchi splendori, stessa cosa che accadde negli anni 90. La tradizione oggi convive con la modernità, adattando ogni tipo di tessuto con abiti e vestiti moderni.

Tratto da “Nuovi Etnomondi” n. 37 e “Mondo Islam Magazine” n. 23

Mamdouh AbdEl Kawi Dello Russo