IL MODO CORRETTO DI PREGARE

traduzione dal pakistano urdu di Nabeel Sheikh, tratto dal programma “Mohabbatte Rasool/ Amo il Profeta Muhammad” sul canale Qtv

la preghiera è divisa in 2 parti:

1) la parte corporea

2) la parte spirituale

la parte corporea è quella parte che si basa sulla giusta pronuncia delle sure.

Le prime 2 cose da fare, prima della preghiera sono:

1) Fare l’abluzione minore stando concentrati su quello che si sta facendo, liberando la propria mente dai problemi della vita e indirizzandola in quello che stai per fare (la preghiera), in questo modo se riesci a concentrarti nell’abluzione ci riuscirai sicuramente anche nella preghiera

2) Prima di iniziare la preghiera chiedere perdono ad Allah (l’Altissimo) per tutti i peccati commessi nella vita, farlo sempre prima di iniziare la preghiera perché può essere uno strumento per stare concentrati nella preghiera

Se i primi 2 punti non ti aiutano a stare concentrato nella preghiera e durante la preghiera torni a pensare ai problemi della vita senza pensare ad Allah (l’Altissimo) allora svolgi quest’altri 6 punti:

1) Impara le traduzioni (a memoria) delle sure e di tutto quello che dici nella preghiera, in questo modo sai quello che stai dicendo e le traduzioni ti aiuteranno sicuramente a stare concentrato nella preghiera (per chi non conosce l’arabo naturalmente)

2) Pensa che la preghiera che stai svolgendo è l’ultima preghiera della vita e che poi non avrai occasione di pregare e di chiedere perdono dei propri peccati

3) Pensa che quando preghi gli angeli scendono dal cielo e circondano tutto il tuo corpo dai piedi alla testa fino ad arrivare al cielo

4) Se i primi tre punti non ti aiutano allora immagina di avere:

 Alla tua destra il Paradiso
 Alla tua sinistra l’inferno
 Sopra di te l’angelo della morte
 E davanti a te la Kaaba

5) Durante la preghiera pensa che Allah (l’Altissimo) ti sta guardando

6) L’ultimo punto se non si riescono a svolgere gli altri, e’ quello riguardante il Profeta Muhammad (pace e benedizione su di lui). Durante la preghiera se la tua attenzione torna a ricordare o a pensare ai problemi della vita allora pensa al Profeta Muhammad (pace e benedizione su di lui) e alla preghiera che lui svolgeva.

Se si riesce a stare concentrati nella preghiera, essa ti difenderà dai peccati, dai tuoi nemici e ti darà serenità e tranquillità, inshaAllah. In questo modo tu inizierai ad amare la preghiera tanto che non ti serve nessun tipo di allarme o orologio che ti dica che è ora di pregare.

tratto da Mondo Islam n. 12