IL MONDO ETNICO SEMPRE PIU’ TECNOLOGICO

Con l’avvento della tecnologia moderna ed in particolar modo di internet ormai tutto il mondo, compreso quello etnico è coinvolto giornalmente, come parte quasi integrante della vita. Un modo spesso eccessivo, ingombrante ed anche fastidioso. La tecnologia moderna è ormai uno strumento indispensabile per tutti. Se parliamo di tecnologia pensiamo al mondo moderno, in realtà esiste da secoli, intesa come tecnica, ma parlando di tempi moderni ci riferiamo in particolar modo alla tecnologia informatica. Nascono sempre più lavori che si svolgono col computer e che sostituiscono tanti lavori che svolgevano fisicamente le persone, per questo motivo molti lavori stanno scomparendo o sono già scomparsi da alcuni anni. Ci si adegua, reinventandosi con nuovi lavori. Anche il mondo etnico si è adeguato e ne è particolarmente attratto. La tecnologia in India per esempio si sta sempre più sviluppando negli ultimi anni, superando la Cina ed altri paesi restando poco sotto alla Germania. Qui parliamo anche di alta tecnologia, uno dei più potenti computer nel mondo per esempio è il Param 1000 -svolge mille miliardi di calcoli al secondo- ed è indiano. La Cina però non è rimasta con le mani in mano, ferma a guardare, per non essere superata e avere rivali ne ha inventata un’altra delle sue. Ha creato il primo chip quantistico che sostituisce i computer, è il cervello dei futuri pc. Sarebbe il più potente super computer al mondo, si chiama Sunway Taihulight –(foto sopra) trattasi dello stesso chip quantistico o stiamo già parlando di altro?- , in grado di fare fino a 93 biliardi di calcoli al secondo, superando così di gran lunga il Param 1000 indiano. La tecnologia si sa, va sempre avanti e ciò che era nuovissimo solo 2 o 3 mesi fa oggi risulta già superato. Nel mondo arabo ci sono tantissimi giovani con idee valide ed interessanti, purtroppo non sanno come svilupparle per mancanza di fondi. A Nazareth però – città di Gesù- è nata Naztech, un incubatore e acceleratore di start up nata per imprenditori arabi. Queste start up sono legate alla tecnologia, alla medicina, all’arte, all’istruzione e alla cucina.

E i giapponesi? La loro fissazione è la robotica, continuano a creare robot per i diversi settori, tra le tante cose prendiamo particolarmente in considerazione la televisione super hd 4k. È uno schermo televisivo che da l’idea di raggiungere e toccare le immagini della vita reale. In Messico sono alle prese con la tecnologia aerospaziale, hanno avviato un programma di progettazione e produzione di velivoli senza pilota, si saranno fermati solo a questo? certo che no, stanno producendo anche razzi e palloni meteorologici. In Brasile hanno creato dei sensori termici e di movimento per aiutare gli indigeni contro la deforestazione, supportati da Greenpeace.

Tratto da “Nuovi Etnomondi” n. 37 e “Mondo Islam Magazine” n. 23

Mamdouh AbdEl Kawi Dello Russo