IL TEMPO DI ACCETTAZIONE DELLE INVOCAZIONI

Screen-shot-2011-01-29-at-2_02_22-PM

A cura di Manar Rosaria Martino

tratto da una lezione- video di sheikh Riyad Ul Haq dell’Al- Kawthar Academy, nel Regno Unito

Salam aleikum wa rahmatullah wa barakatu. Se Dio vuole, tratterò un argomento molto interessante, tratto da una lezione- video di sheikh Riyad Ul Haq dell’Al- Kawthar Academy, nel Regno Unito. L’argomento riguarda il tempo di accettazione di tutte le invocazioni, di venerdì, inshallah….

La maggior parte degli studiosi dell’islam, basandosi su alcuni hadith del Profeta Mohammed(saw), concordano all’unanimità sul fatto che il tempo di accettazione di tutte le invocazioni da parte di Allah l’Altissimo, é di venerdi’, dopo la Salat al-Asr fino al tramonto, preferibilmente, poco prima che inizi la salat el- maghreb, inshallah… Più specificatamente, in un suo hadith , il Profeta(saw), spiega che il venerdì é suddiviso in 12 parti di tempo e il momento preciso di accettazione dei du’a, va ricercato nelle parti finali del giorno, più dettagliatamente, nelle due ore finali del venerdì, dopo la preghiera della Asr.

Perché di venerdì? In un altro bellissimo hadith, riportato da abu Hurayra (che Allah sia soddisfatto di lui), il Profeta(saw), parla dell’importanza di questo giorno speciale, subhanallah! Il giorno migliore in cui il sole sorge é il venerdì; di venerdì, Allah ha creato il Profeta Adamo (pace su di lui); sempre di venerdì, Egli lo ha espulso dal Paradiso e mandato sulla terra; nello stesso giorno ha accettato il suo pentimento e lo ha perdonato e, infine, ancora di venerdì,il Profeta Adamo (pace su di lui), é passato all’Altra Vita. In più, di venerdì avverrà il Giorno del Giudizio subhanallah! Proseguendo con questo hadith, il Messaggero di Allah (saw) spiega che, ogni venerdì, dal momento in cui inizia il giorno fino al tramonto, ogni specie vivente creata da Allah (swt), si agita, é in apprensione, teme che quel venerdì possa essere il venerdì dell’Ora subhanallah! Ciò accade ad ogni specie vivente ad eccezione di due categorie di creature che, al contrario, non sono toccate minimamente da questa preoccupazione: gli uomini e i jinn. Perché dopo la salat al-Asr, se proprio nel periodo tra la Asr e il Maghreb il credente non può adempiere a nessuna orazione supererogatoria? Perchè, se ogni servo di Allah, in questo arco di tempo, dopo aver svolto la salat al- Asr, insiste nella sua preghiera, aspettando la salat el- maghreb, ricordando e invocando l’Altissimo e chedendoGli qualsiasi cosa desiderasse, le sue richieste verranno di sicuro accettate, inshallah…

Che Allah(swt) mi perdoni per qualsiasi errore fatto e non voluto. Amin!

Tratto da “Mondo Islam” n. 13