LA CIRCONCISIONE FEMMINILE E L’INFIBULAZIONE

Di Mamdouh AbdEl Kawi Dello Russo

Molte donne, la maggior parte donne convertite all’Islam o semplicemente interessate, nel bene o nel male, alla nostra religione, appena sentono la parola “circoncisione femminile” e soprattutto “infibulazione” cominciano a scatenare dibattiti, anche piuttosto accesi, che non fanno altro che creare ancora più confusione nella mente delle persone che leggono i giornali, i blog, social network (Facebook, Twitter…) o che guardano i programmi nei canali televisivi o su internet. Perché questo argomento interessa così tanto i mass media, i politici (che usano l’argomento per le loro elezioni) e la gente comune? Diversi sono i motivi: propaganda per screditare sempre di più l’Islam, poiché l’immagine della donna musulmana risulta come “schiava” di un padre o marito “padrone”, una figura invisibile ed inutile nella società, ed ombra del musulmano uomo, considerato spesso maschilista e violento, astaghfarullah! Naturalmente non è così, salvo in certi casi estremi che non rappresentano il vero Islam. Oppure desiderio di solidarietà femminile, associazioni in difesa dei diritti della donna, delle persone più deboli, in questi casi le bambine. Si, perché questo tipo di intervento chirurgico viene fatto alle bambine musulmane (e cristiane) nei paesi di prevalenza musulmana e in Occidente.
Altro danno lo fanno certi musulmani che scrivono nei vari blog, siti, ecc. quando tirano in ballo questo tipo di argomento, che puntualmente accende gli animi delle persone. Lo fanno in modo impreparato tirando fuori Fatwe, hadith, versetti del Corano senza conoscere in modo approfondito cosa dice veramente il Sacro Libro, cosa ha detto il nostro Profeta Muhammad (pace e benedizione su di lui), ed ascoltando sempre gli stessi tre o quattro sapienti.
Personalmente ho evitato il più possibile scrivere un articolo di questo genere, perché? Per il semplice motivo che ho preferito documentarmi meglio, inshaAllah, e dopo aver letto diversi commenti su internet di sorelle nell’Islam.
A questo punto bisogna fare distinzione tra infibulazione e vera circoncisione femminile, tra obblighi nell’Islam, e atti fortemente consigliati ma non obbligatori -secondo certi sapienti-.
Nel numero 8 di “Mondo Islam” ho scritto un articolo sulla circoncisione maschile, che non è proprio la stessa cosa, vi spiegherò il motivo, inshaAllah.
L’infibulazione viene praticata –purtroppo ancora oggi- in molti paesi soprattutto africani e nordafricani, consiste nell’asportare il clitoride della vagina, in modo che la musulmana in età adulta non solo viene privata del piacere sessuale, -scusate i termini ma non posso evitarli visto l’articolo-, l’operazione procura anche un forte dolore durante la penetrazione del pene. Tutto questo non ha nulla a che fare con l’Islam, Allah L’Altissimo ha creato le Sue creature donandole di organi in grado di sentire sensazioni di piacere, in questi casi anche di piacere sessuale.
Ci sono diversi tipi di infibulazione, tutti interventi fatti in modo sbagliato, -ATTENZIONE, questa non è la vera circoncisione femminile-, ed affidandosi a medici incompetenti.
Il termine “infibulazione” significa “spilla” dal latino “fibula”, è una tradizione che proviene dall’Antico Egitto, molte sono le egiziane musulmane e cristiane copte infibulate, pratica che sta lentamente scomparendo. Oggi i sapienti hanno fornito spiegazioni più approfondite sull’argomento in modo che molti possano distinguere la circoncisione femminile dall’infibulazione, praticata in modo atroce anche in paesi come la Somalia.
Le condizione della Vera Circoncisione femminile:
Rivolgersi a veri dottori specializzati, in modo che loro stessi, prima dell’intervento, possano visitare la bambina e capire se essa può sopportare un intervento simile. La vera circoncisione non consiste nell’asportare l’intero clitoride, bensì la parziale esportazione del clitoride, in modo che non crei danni fisici, sessuali e psicologici. È sunnah raccomandata, per altri sapienti è obbligatoria. Diverso è il caso della circoncisione maschile, che è sunnah fortemente raccomandata, anche se, in certi casi, come per gli anziani per esempio, è un intervento che si può evitare (vedi articolo n. 8).
Cosè il clitoride?
È un organo dell’apparato genitale femminile e principale organo erettile nella parte anteriore e superiore della vulva (terminazione e apertura esterna degli organi genitali femminili), dove si uniscono le piccole labbra della vagina. Il clitoride porta al raggiungimento dell’orgasmo “clitorideo”.
Il nostro Profeta Muhammad (pace e benedizione su di lui) disse sulla circoncisione femminile:
“Non andare agli estremi del taglio, che è meglio per la donna e più piacevole per il marito” Abu Dawood) hadith classificato saheeh (forte, sicuro) da sapienti come sheikh Al Albany.
Delle quattro scuole di Fiqh, giurisprudenza islamica (hanafita, malikita, shafeita e hanbalita) solo le scuole shafeita e hanbalita la considerano una sunnah obbligatoria per la bambina.
Al Nawawi (che Allah abbia misericordia di lui) ha detto: “La circoncisione è obbligatoria sia per i maschi che per le femmine”. Ha parlato di circoncisione e non di infibulazione. Per una parte dei sapienti è sunnah obbligatoria per i maschi e raccomandata per le femmine, per un’altra è sunnah obbligatoria per entrambi. L’operazione in entrambe i casi non è dannosa per la salute.
Il dottor Haamid al-Ghawaabi cita alcuni vantaggi della circoncisione femminile:
“Le secrezioni delle piccole labbra si accumulano nelle donne non circoncise, in modo da sviluppare un odore sgradevole che può portare a infezioni della vagina o dell’uretra. Ho visto molti casi di malattie causate dalla mancanza di circoncisione. La circoncisione riduce l’eccessiva sensibilità del clitoride che aumenta di dimensioni quando è in fase di eccitamento, molto fastidioso per il marito, in particolare al momento del rapporto sessuale. Un altro vantaggio della circoncisione è che impedisce la stimolazione del clitoride che fa ingrandire in modo tale che esso provoca dolore. La circoncisione previene gli spasmi del clitoride che sono un tipo di infiammazione. La circoncisione riduce il desiderio sessuale eccessivo”.
Poi il dottor al-Ghawaabi smentisce coloro che affermano che la circoncisione femminile porta alla frigidità osservando:
“La Frigidità ha molte cause, e questa affermazione non si basa su nessun dato statistico che confronti le donne circoncise con le donne non circoncise, tranne nel caso della circoncisione faraonica (INFIBULAZIONE) che è dove il clitoride viene asportato completamente. Questo, infatti, può portare alla frigidità, ma è contrario al tipo di circoncisione raccomandata dal Profeta Muhammad (pace e benedizioni su di lui) quando disse: ‘Non distruggere’, cioè, non estirpare. Questo è la prova che parla da sé, perché la medicina a quel tempo sapeva molto poco di questo organo sensibile (la clitoride) e dei suoi nervi”.
Dal magazine “Liwa ‘al-Islam”, n. 8 e 10; articolo intitolato “Khitaan al-Banaat” che significa “La circoncisione delle ragazze”.
Quindi la circoncisione femminile toglie il libido eccessivo delle donne, ciò non significa che elimini del tutto il piacere sessuale come nel caso dell’infibulazione, detta “circoncisione faraonica”, evita gli odori sgradevoli derivanti da secrezioni maleodoranti sotto il prepuzio, riduce l’incidenza di infezioni del tratto urinario e del sistema riproduttivo, come afferma la ginecologa Sitt al Banaat Khaalid.
Quindi NO all’infibulazione, e SI alla vera circoncisione femminile. Consiglio a tutti di leggere, di sentire i vari pareri dei sapienti, prima di precipitarsi nel dare giudizi affrettati, a scrivere, o a dire cose inesatte.

Tratto da “Mondo Islam” n. 10