L’ABBANDONO DELLA PREGHIERA E’ KUFR/ MISCREDENZA!

di Amina Umm Samir

L’abbandono della preghiera è Kufr (miscredenza) e fa uscire dalla Religione! . Tutti i Sahaba –radiAllahu ‘anhum- sono stati d’accordo, cosi come trasmesso da più di un Sahaba. Viene trasmesso sotto l’autorità di Jabir –radiallahu anhu- che il Messaggero di Allah –sallallahu alayhi wa sallam- ha detto:
“Tra l’uomo e lo shirk, c’è l’abbandono della salàt (preghiera).”
I Musulmani sanno che colui che lascia la preghiera e muore in quello stato, non viene lavato, non viene eseguito il procedimento di quando muore un Musulmano e non viene sepolto nei cimiteri dei Musulmani. Noi non possiamo chiedere neanche pietà per lui. E se qualcuno dei suoi amici arriva e avvisa i Musulmani della sua morte cosicché possano andare a pregare la Janaza (salaat per il morto), allora essi (queste persone) hanno tradito i Musulmani, che Allah ci protegga. Quindi, se questa è la condanna per coloro che lasciano la salat, che cosa si direbbe per quanto riguarda coloro che non pregano con il pretesto che pregheranno quando saranno più anziani? Non capiscono che chi muore dopo essere diventato maturo, peseranno su di lui le scelte che ha fatto? Questo pretesto che essi usano, non li salverà dalla responsabilità che avranno davanti ad Allah l’Onnipotente, perché Egli ha detto:

“E temete il giorno in cui sarete ricondotti verso Allah. Allora ogni anima avrà quello che si sarà guadagnata. Nessuno subirà un torto.” (Al Baqara 2: 281)
L’abbandono della preghiera è uno dei peccati più GRANDI, uno dei più pesanti; un peccato peggiore del zinaa (relazioni sessuali fuori dal matrimonio), come ha detto Imam Ibnul Qayyim –che Allah swt gli usi misericordia-:
“I Musulmani concordano (sono tutti d’accordo) che, per quanto riguarda l’abbandono della salat fard (preghiera obbligatoria) intenzionalmente (non si prega di proposito), esso è uno dei peccati più pesanti. Questo peccato per Allah l’Altissimo, E’ MAGGIORE rispetto all’uccisione di una persona, della rapina, della zina (relazioni sessuali fuori dal matrimonio) oppure della consumazione delle bevande che fanno ubriacare!! Questa persona (che ha lasciato la salat intenzionalmente) è esposto alla condanna di Allah, alla Sua Ira e soffrirà la Sua umiliazione in questa vita e nell’Altra Vita.” Quando squilla il cellulare o suona il campanello, facciamo le corse per rispondere o per aprire… perché ci manca lo stesso slancio per rendere grazie al Signore dei mondi? Che Allah Swt ci perdoni e tenga lontano i nostri volti dal fuoco dell’inferno, Ameen!

Tratto da “Mondo Islam” n. 11