QUANDO SI PERDE L’ABITUDINE DI LEGGERE IL CORANO E ALTRI LIBRI SULL’ISLAM

0

Di Mamdouh AbdEl Kawi Dello Russo

Spesso ci capita di ricorrere alla Tv, ai programmi televisivi per acquisire sapienza sulla Religione. Questo capita frequentemente senza aprire un libro, per molto tempo, addirittura per anni. Pigrizia, voglia di conoscere il più possibile e nel minor tempo possibile. Quindi la tv e internet sono un mezzo veloce e per molti … comodo. È giusto? Così comincia il viaggio in rete, guardando video dopo video su internet, oppure si è impegnati a girare e guardare i diversi canali televisivi, per vedere questo o quel telepredicatore, competente e in altri casi poco competente.

E i libri? Dove sono finiti quei libri tanto amati, annusati, scrutati, studiati, vissuti, letti sul divano, o sul letto della vostra camera? Un libro è un vero compagno, un amico, che puoi consultare ogni volta che lo vorrai, negli anni, in diversi momenti della vita, molto meglio del freddo apparecchio elettrico. Spesso i programmi Tv confondono le idee, e questo capita seguendo i programmi con poca concentrazione,distrattamente, comprendendo solo una frase di quello che ha detto il sapiente o telepredicatore di turno. Così, quando crediamo di aver capito l’argomento, diffondiamo ciò che abbiamo appreso agli amici in modo sbagliato, confondendo le idee agli altri, come è già successo a persone che conosco. Sono un grande sostenitore del libro, non vi consiglio di snobbare tutti i programmi islamici Tv e video su internet, ma di concentrarvi anche nella lettura, non perdete l’abitudine di leggere libri. Questo è spesso diffuso tra i più giovani e non solo. Perdendo l’abitudine per la lettura di un buon libro sull’Islam, la perderete sicuramente anche per la lettura del Corano, per i libri degli hadith… Meditiamo su questo fratelli.

Tratto da “Mondo Islam” n. 13