SPIEGAZIONE DEL NOME ALLAH

Traduzione di Ibrahim Besmir Sharka
Abdullah bin Abas (radiAllahu anhu) ha detto: “E’ Colui che la gente divinizza per tutto e che è adorato da ogni creatura.”
Mentre da Dahak viene trasmesso che Ibn Abas (radiAllahu anhu) ha detto: “Ad Allah spetta la divinità ed il culto (l’adorazione) su tutte le Sue creature.”

Il Profeta, la creatura più sapiente, (sallAllahu alayhi wa sallam) ha detto: “Io non posso contare nessuna lode per Te. Tu sei cosi come hai lodato Te-Stesso.” Come possiamo stabilire le qualità e gli attributi del nome di Allah? A Lui appartiene tutto in modo perfetto ed assoluto, ogni lode e ringraziamento, ogni lode e gloria, ogni maestosità e completezza, ogni gloria e bellezza, ogni bontà e beneficenza, ogni generosità. Da Lui ed è per Lui proviene ogni bene. Il menzionare questo nome, ingrandisce le piccole cose, cancella la paura, risolve la disgrazia, solleva la preoccupazione, risolve la difficoltà. Questo nome rafforza colui che è debole, glorifica colui che viene umiliato, arricchisce il povero, calma chi è preoccupato, da la vittoria a chi ha perso, libera chi sta male, da rifugio al senza tetto. Questo è un nome col quale risolvi le disgrazie, scendono le bontà, le suppliche trovano risposta, si allontana il male e si avvicina il bene. E’ un nome sul quale sono stati sollevati i cieli e la terra, con questo nome sono stati rivelati libri divini, sono stati mandati i profeti e leggi divine, con esso sono stati rispettati i limiti (le punizioni), con esso è stato legiferato il jihad (combattere per e nella strada di Allah), con esso sono state separate le creature in creature felici e disperate, con esso il Giorno della Verità (Giudizio) diventerà una realtà, con esso verranno messe le bilance della giustizia e verrà messo il Sirat (ponte sull’Inferno), con questo nome viene adorato, ringraziato, lodato il Signore dei mondi. Per questo nome sono stati inviati i Profeti i Messaggeri, e riguardo a questo nome verremo interrogati nella tomba, verremo giudicati nel Giorno della Resurrezione e per questo nome Egli giudicherà. Con questo nome diventerà felice colui che lo conosce e che da a questo nome ciò che gli spetta di diritto, per questo nome si dispererà colui che non lo conosce e che non da a questo nome ciò che gli spetta di diritto. Questa parola è il segreto del creato e dei comandi, che sono costruiti su essa e infine ad essa torneranno. Il creato è stato realizzato con questa parola, dedicato ad essa e per essa. Ogni creatura, comando, ricompensa, o punizione inizia da essa e finisce ad essa.
Questi sono gli effetti ed il riassunto di questa parola: “In verità, nella creazione dei cieli e della terra e nell’alternarsi della notte e del giorno, ci sono certamente segni per coloro che hanno intelletto, che in piedi, seduti o coricati su un fianco ricordano Allah e meditano sulla creazione dei cieli e della terra, [dicendo]: “Signore, non hai creato tutto questo invano. Gloria a Te! Preservaci dal castigo del Fuoco. O Signore, colui che fai entrare nel Fuoco lo copri di ignominia e gli empi non avranno chi li soccorra. Signore, abbiamo inteso un nunzio che invitava alla fede [dicendo]: “Credete nel vostro Signore!” e abbiamo creduto. Signore, perdona i nostri peccati, cancella le nostre colpe e facci morire con i probi. Signore, dacci quello che ci hai promesso attraverso i Tuoi messaggeri e non coprirci di ignominia nel Giorno della Resurrezione. In verità Tu non manchi alla promessa”. Il loro Signore risponde all’invocazione: “In verità non farò andare perduto nulla di quello che fate, uomini o donne che siate, ché gli uni vengono dagli altri. A coloro che sono emigrati, che sono stati scacciati dalle loro case, che sono stati perseguitati per la Mia causa, che hanno combattuto, che sono stati uccisi, perdonerò le loro colpe e li farò entrare nei Giardini dove scorrono i ruscelli, ricompensa questa da parte di Allah. Presso Allah c’è la migliore delle ricompense. Non ti inganni la facilità con cui i miscredenti si muovono in questo paese. Effimero, meschino godimento: il loro rifugio infine sarà l’Inferno. Che infausto giaciglio. Coloro invece che temono il loro Signore, avranno i Giardini dove scorrono i ruscelli e vi rimarranno per sempre, dono da parte di Allah. Ciò che è presso Allah è quanto di meglio per i caritatevoli. Tra le genti del Libro, ci sono alcuni che credono in Allah e in quello che è stato fatto scendere su di voi e in quello che è stato fatto scendere su di loro, sono umili davanti ad Allah e non svendono a vil prezzo i segni Suoi. Ecco quelli che avranno la mercede da parte del loro Signore. In verità Allah è rapido al conto. O voi che credete, perseverate! Incitatevi alla perseveranza, lottate e temete Allah, sì che possiate prosperare.” (Ali Imran 3: 190-200)
Ibn al Qayyim (rahimahullah) dice[1]: “Il nome di Allah dimostra il Suo essere il Signore Adorato, e che tutte le creature adorano con amore, maestosità e umiltà e si rivolgono a Lui con timore in caso di bisogno e disgrazie. Questo implica obbligatoriamente la completezza del suo essere Rabb (Signore) e della Sua misericordia, che comprendono la completezza della proprietà e della lode (e ringraziamento). Egli essendo l’Adorato, Signore, la Sua Clemenza e la Sua proprietà (tutto appartiene ad Allah) implicano obbligatoriamente la perfezione la completezza di tutti i Suoi Attributi, dov’è impossibile che tali attributi vengano riconosciuti a qualcuno che non è vivo, che non sente, che non vede, che non ha potere, che non parla, che non fa ciò che vuole, che non è saggio nelle sue azioni e nelle sue parole. Quindi, le qualità della gloria e della bellezza sono più vicine al nome Allah, mentre le qualità dell’azione, del potere, dell’essere l’Unico a causare danni o benefici (dare, privare, il potere del volere, la forza completa, la pianificazione delle questioni delle creature sono più vicine al nome Rabb-Signore), mentre le qualità della bontà, generosità, beneficenza, amare sono più vicine al nome Compassionevole (Rrahman).
La parola Compassionevole (Rrahman) indica un attributo dell’essere di Allah, mentre Misericordioso (Rahim) indica un attributo dell’essere di Allah che è legato alla misericordia.
Se vuoi capire questa cosa, rifletti sulle parole di Allah l’Altissimo: “…Egli misericordioso (Rrahim) per i credenti.” (Ahzab 33: 43) e, “in verità Egli è dolce e misericordioso (Rrahim) nei loro confronti.” (At-Tawba 9: 117)”
Tratto dalla spiegazione della Basmala dalla spiegazione di Kitabul Tawhid-Muhammad bin AbdulWahab At-Temimi, con commento di Abdurrahman bin Hasan al Ash-Shaykh.
[1] ‘Medarij As-Salikin’ v.1; pag. 18

Tratto da “Mondo Islam” n. 11